Pesca a mosca : Noce piana Rotaliana 16/02/2019

Giovedì al club si decide di provare una uscita sul Noce a Mezzolombardo, compatibilmente con le aperture delle centrale; ma noi confidiamo sulla penuria d’acqua del periodo.

Appuntamento alle ore 9:00 al casello di desenzano, siamo in quattro, Paolo, Francesco, Marco cuoco ed io.

Dopo un paio di ore di macchina, facciamo una ispezione dal ponte di Zambana, Noce bassissimo e l’acqua dalle tracce lasciate sulla sponda è stata appena chiusa, speriamo che resti così tutto il giorno.

ispezione del Noce

Si decide di fare i permessi, il giornalaio di Nave San Rocco è sempre gentile e disponibile e verso le 11:30 siamo sul fiume al ponte sopra il biotopo.

Ci si divide, Marco scende sotto il ponte, Paolo cerca una discesa sulla sponda sinistra mentre io e Francesco optiamo nella parte alta del tratto sulla sponda destra.

Arrivati in vista del ponte della rupe scendiamo sul greto, non c’è ancora schiusa ed il pesce non è in attività il livello è stabile e la temperatura dell’acqua sui 7 gradi promette bene.

Intorno alle 12:30 cominciano le prime effimere a farsi vedere sull’acqua e naturalmente poco dopo le prime timide e rade bollate, spesso non ripetute, ma quando lo sono su imitazioni in canard grigie qualche trota e qualche temolo si sono fatti catturare.

Le bollate aumentano leggermente di intensità seguendo la schiusa, anche di dimensioni interessanti, molti rifiuti di temoli di buone dimensioni mi hanno fatto “marcire” mentre Paolo, Francesco e Marco sono riusciti nell’intento di prendere i loro primi temoli della stagione.

Poco prima delle 15:00 la schiusa si interrompe ed il pesce si ferma, per cui decidiamo per un panino ed una birra prima del “colpo” finale

Riprendiamo dopo un’ora e decidiamo di provare nella parte bassa nelle pianette sopra Zambana Vecchia che in autunno sono sempre state buone.

Di schiusa non se ne parla, il pesce fermo, facciamo qualche chilometro di sponda ma niente, neanche in caccia.

Si prova a streamer e vediamo qualche inseguimento di trotelle da 20 cm ed una anche presa, poverina…

Teniamo duro ma con pochissimo successo, decidiamo di ritornare alla macchina, sono le 17:00.

Nel ritorno alcune bollate ci fanno fermare fiduciosi, ma non sono ripetute e ci illudono solamente.

Ci si cambia e sulla via del ritorno ci fermiamo per la pizza serale.

Una giornata tutto sommato abbastanza buona, vista la stagione di quest’anno, pesci discretamente attivi, alcuni presi, altri scappati altri solo visti, … “as usual”…

Sempre e comunque un godimento

Pesca a mosca : Basso Sarca 09/03/2019

Sabato è una buona giornata per una uscita di pesca a mosca con temperatura ottima cielo terso ma un pò ventosa.

Ci si trova come al solito verso le 9:00 con Paolo e Francesco a Salo’ dove facciamo una piccola colazione e poi partenza verso Arco e dopo una oretta abbondante di Gardesana siamo sul Basso Sarca in località Linfano, sul NoKill 2.

Fatto il permesso decidiamo di provare sopra Dro in una parte del fiume più torrentizio dove ci sono immissioni pronta-pesca (così siamo sicuri di trovare pesce !??!) e poi nel pomeriggio ritorneremo nel NoKill .

Paolo prova sotto
Francesco sopra

Buona schiusa ma pesci non attivi sia sopra che sotto nulla, dopo quasi due ore di vani tentativi si decide per un panino al bar della Parete Zebrata.

Il vento ha rinforzato per cui andiamo sotto Pietramurata, un posto che sente poco il vento perchè il fiume è un pò più basso del terreno circostante, ma anche qui, nonostante la schiusa, non si muove nulla.

Si va al NoKill di Arco e verso le 16:00 il vento cala.


Il fiume si presenta bene, la schiusa è decisamente calata e ci sono diversi pescatori.

Incontriamo Sergio che ci conferma che adesso lì nel tratto saremo una decina.

Nel percorrere il tratto si vedono delle sporadiche bollate, ma molto interessanti, per cui giù a provarci e qualche discreta trota sale sulle mostre imitazioni, giusto un paio per non farci fare cappotto.

Abbiamo dovuto utilizzare mosche di piccole dimensioni e di colori poco vistosi per aver ragione di questi pesci “svogliati” e sospettosi

Una anticappotto

Alle 18:00 fine dei giochi per una giornata decisamente complicata ma della quale, in estremis, abbiamo avuto ragione con qualche bel pesce preso e qualche solo punto.

Quando si va a pesca in compagnia degli amici è sempre una bella giornata

Uscita di pesca : Alto Sarca 03/03/2019

Ritrovo intorno alle 9:00 a Roè Volciano con Paolo Z e Paolo T, destinazione Tione per testare il Sarca dopo la piena devastante di questo autunno.

Al ponte del campo sportivo livello buono ed acqua pulita ma il fondo decisamente melmoso e scuro.

decidiamo di iniziare nella “vecchia” no kill dietro la segheria naturalmente pescando sotto visto che la temperatura dell’ acqua era 4 gradi.

Dopo poco su uno spider aggancio una trotella sui 25 cm, anche senza schiusa un pò di fiducia non guasta.

IL PRES A SOMMERSA?

Si continua salendo e tastando tutti i rigiri e le buchette ma più niente … il deserto.

Paolo Z in “posta”

Si decide per una sosta pranzo dal Frà a Spiazzo con polenta e capriolo e poi vediamo di andate a Boccenago spot che ci ha dato sempre soddisfazione e qui la sorpresa, il sedimento della piena ed i lavori che sono in corso a monte hanno completamente riempito il fondo di sabbia rendendo il posto una autostrada … delusione

Scendiamo e tentiamo nel no kill 1 e anche qui deserto, ri scendiamo e proviamo a Saone, come sopra.

Polo T in azione

Sono le 17:30 e decidiamo che questa giornata può finire qui con una deludente uscita.

Scatenando il per fortuna

… è stata una bella giornata di sole

… siamo usciti con dei buoni amici

Come test è stato probante, si dovrà aspettare la bella stagione, come uscita da dimenticare.

Non si potrà che migliorare